Bike e dolori da sella: il sellino della bici ti fa male? Scopri da cosa può dipendere e come rimediare.


Quando si pratica uno sport, che sia a livello agonistico o amatoriale, bisogna sempre tenere conto di eventuali dolori che possono insorgere durante e dopo la pratica sportiva.

Lo sportivo dovrebbe, quindi, cercare di porre rimedio a questi dolori e disturbi,  badando dunque alla loro prevenzione. Agendo in questo modo potrebbe forse evitare non solamente di incorrere in vere e proprie patologie, ma anche di vedere abbassato il livello delle sue prestazioni sportive.

Quanto detto vale forse ancora di più per coloro che praticano il ciclismo, uno sport molto noto e amato in tutto il mondo che si pratica utilizzando un mezzo, la bici, che sta a stretto contatto con il fisico della persona che lo utilizza.

Qualunque sia il tipo di ciclismo da te praticato, amatoriale o agonistico, sai molto bene che andare in bici può portare diversi dolori e disturbi di varia entità e tra questi vi sono certamente quelli da sella.

Che cos’è la sella e quali funzioni deve svolgere?

Partiamo dal principio: la sella non è altro che uno dei tre punti attraverso i quali il ciclista entra in contatto con il suo mezzo, ossia la bicicletta. I restanti due punti di contatto sono i pedali e il manubrio.

Tra questi la sella è il supporto fondamentale per il bacino del ciclista e conferisce, inoltre, stabilità a tutto il suo fisico e le ossa che sono a diretto contatto con la sella sono quelle ischiatiche, dette anche tuberosità ischiatiche.

Mentre stai pedalando, quindi,  che cosa succede?

Le ossa ischiatiche si adagiano e si allargano non appena ti siedi sulla bici, sostenendo in questo modo tutto il tuo tronco superiore. Da qui è semplice comprendere il diretto rapporto tra sella e dolori.

Le cause principali dei dolori da sella sono numerose e differenti ma valgono sia per chi pratica il ciclismo su strada sia per chi predilige la mountain bike.

Posizione corretta nel ciclismo

Dolori e posizione corretta: la regolazione dell’altezza della sella.

Vi sono differenti modi per procedere alla regolazione dell’altezza della sella.Alcuni regolano l’altezza della sella basandosi sulla biomeccanica della pedalata.Il pedale, in questo caso, si deve trovare perfettamente parallelo al suolo nella posizione avanzata, mentre il ginocchio è allineato in verticale con il punto d’appoggio del piede sul pedale (il metatarso).

Un altro modo per regolare l’altezza della sella è quello basato sulla posizione della bici.

Uno di questi metodi prevede di pedalare all’indietro mentre si appoggia il tallone sul pedale.

Un altro metodo ancora consiste nel regolare la sella partendo dall’altezza del cavallo cioè considerando la distanza tra la sinfisi pubica e il terreno.

La tipologia di sella scelta è importante.

Quando acquisti una bicicletta nuova, difficilmente troverai già montata una sella adatta alle tue specifiche esigenze. Quindi, anche se il tipo di sella della tua bici appena comprata è di buona qualità, dovrai probabilmente cambiarlo in base alle tue caratteristiche specifiche.

Dovrai  considerare, inoltre, che a parte per i diversi marchi, le selle differiranno tra loro per la forma che può essere più o meno affusolata, per larghezza, tipologia dei rivestimenti e loro dislocazione, ecc. In questo senso è dunque sempre bene chiedere consiglio al rivenditore o, quando possibile provare in prima persona la sella prima di procedere all’acquisto.

Dolori da sella e posizione sulla bici.

Quando si parla di dolori dovuti alla bicicletta devi assolutamente tenere conto che possono essere provocati anche dalla posizione che tieni sulla bici.

È vero che ogni ciclista o persona che utilizza la bici possiede la propria conformazione, ma è altrettanto vero che solo trovando il giusto equilibrio fra quest’ultima e la geometria propria della bici si potranno limitare o addirittura evitare i dolori.

Dolori da sella: inclinazione e arretramento.

Non limitarti solamente alla regolazione dell’altezza della sella, ma presta attenzione anche alla sua inclinazione e all’arretramento.

Ti consigliamo, se non sei un esperto, di rivolgerti a negozi specializzati che offrono, tra i tanti servizi, anche quello dell’analisi biomeccanica.In questo modo potrai individuare la giusta regolazione con l’aiuto di persone più esperte e competenti di te.

Dolori da sella: attenzione all’abbigliamento sportivo utilizzato, soprattutto il fondello all’interno dei pantaloncini.

Per quanto riguarda l’abbigliamento ideale da indossare nella pratica del ciclismo, devi prestare grande attenzione in particolare alla scelta del pantaloncino.

Le protezioni del fondello del pantaloncino tendono a deteriorarsi con l’uso.

Dovresti preferire un imbottitura del fondello meno morbida perché meno cedevole. I tipi di imbottitura un pochino più rigidi ti assicureranno una maggiore confortevolezza, provocando così meno dolori al fondoschiena.

Dolori da sella: abitudine e livello di allenamento

Se hai seguito perfettamente tutti i nostri consigli sopra riportati e, malgrado ciò, stai continuando a soffrire di dolori da sella allora il tuo problema è con grandi probabilità solamente uno: ti alleni poco e senza costanza.

I dolori da sella sono infatti spesso causati dalla scarsa abitudine nel salire in sella e allenarsi con impegno e costanza.

Se inizierai a farlo vedrai che i dolori da sella diminuiranno sempre di più fino a scomparire. Se non sei molto pratico potresti rivolgerti a qualche negozio specializzato oppure a una persona competente e appassionata per chiedere una consulenza o qualche consiglio.

Noi siamo però convinti che se deciderai di mettere in pratica i nostri pochi – ma ben mirati  – consigli, tornerai a utilizzare la bicicletta con entusiasmo e senza il pensiero di eventuali dolori post allenamento.

Buona pedalata!

0