Scopri perché in molti ritengono che il momento migliore per correre sia al mattino dopo il digiuno notturno


Cosa succede all’organismo quando si corre a digiuno

Se ti stai approcciando allo sport della corsa ma l’unico momento della giornata in cui potresti allenarti è al mattino, magari prima della colazione, non temere: per molti è considerato il momento migliore della giornata.

I vantaggi dell’allenarsi dopo il digiuno notturno sono infatti molteplici ed in genere questo allenamento è adottato soprattutto da chi ha bisogno di dimagrire o da chi si allena per partecipare alle gare podistiche.

Il motivo è semplice: al mattino e quindi dopo almeno 8/9 ore di digiuno le scorte di glicogeno muscolare sono ridotte. Il glicogeno è la principale riserva di energia che viene utilizzata dall’organismo umano quando viene compiuto uno sforzo fisico.

Quando questa fonte di energia si presenta in maniera ridotta nei muscoli e viene esaurita rapidamente, l’organismo inizia a consumare le riserve di grasso e a favorire dunque il dimagrimento.

Quest’ultimo è agevolato anche dal basso livello di insulina presente nelle ore mattutine, contrapposto ad un’elevata presenza di ormoni controinsulari. Questi particolari ormoni sono ad esempio l’adrenalina, l’ormone GH della crescita ed il cortisolo ed incentivano l’utilizzo dei grassi saturi come fonte di energia primaria da parte del nostro organismo.

Allenarsi a digiuno inoltre attiva il metabolismo e le riserve di grasso vengono bruciate anche nelle ore successive alla corsa mattutina.

Quale ritmo bisogna adottare se ci si allena prima di fare colazione

Il ritmo che si sceglie di adottare durante la corsa è molto importante quando si hanno degli obiettivi prestabiliti.

Se scegli di correre al mattino prima della colazione dovrai farlo ad un ritmo blando o comunque moderato: allenarsi ad un ritmo intenso infatti porta l’organismo a consumare zuccheri piuttosto che utilizzare dei grassi come fonte di energia.

I corridori che si allenano per partecipare alle gare podistiche sanno bene che in genere correre ad un ritmo troppo intenso non è utile a raggiungere i propri obiettivi: infatti per coprire lunghe distanze è necessario che l’organismo utilizzi le inesauribili scorte di grasso e questo processo si può incentivare allenandosi dopo il digiuno notturno.

Quale colazione preferire dopo un allenamento a stomaco vuoto

gare podistiche correre a digiuno colazione

Una corsa a digiuno, seppur blanda, è molto faticosa per l’organismo umano.

Per questo se scegli di allenarti a stomaco vuoto sarebbe bene che non tralasciassi il momento della colazione: questa dovrebbe essere abbondante e ricca sia di carboidrati che di proteine. I primi reintegrano la riserva energetica di zuccheri e le seconde garantiscono generalmente il corretto apporto di energia per tutta la giornata.

Ci sono rischi per chi corre a digiuno?

Come per tutti gli sport, anche durante la corsa ci si deve allenare con criterio. Se soffri di crisi ipoglicemiche dunque saprai sicuramente quanto sia sconsigliato allenarti a stomaco vuoto.

Se il mattino rimane comunque il tuo momento preferito per allenarti potresti pensare di fare colazione – magari non eccessivamente abbondante, perché potrebbe appesantirti –  prima di iniziare a correre. In questo modo non rischierai di crollare nel bel mezzo dell’allenamento o di dover assumere zuccheri per star meglio, vanificando il lavoro svolto in precedenza.

Correndo al mattino, anche dopo aver fatto colazione, potrai riscontrare sicuramente l’attivazione del metabolismo e magari godere per tutta la giornata delle endorfine prodotte durante la corsa.

In conclusione

Correre successivamente al digiuno notturno potrebbe essere un grande vantaggio per molti, aiutando il corpo a sviluppare maggiormente la massa muscolare magra e bruciando le riserve di grasso in favore del dimagrimento.

Ovviamente tutto ciò è da abbinare ad un buon allenamento e ad una corretta – quindi equilibrata – alimentazione, nonché ad una valutazione personale e medica dei propri limiti.

Allenarsi a stomaco vuoto non deve quindi essere una regola, ma può rivelarsi un aiuto in più quando si ha bisogno di perdere massa grassa.

Ti senti pronto e vuoi iniziare a correre seguendo un programma di allenamento a digiuno, magari puntando alle gare podistiche? Ti consigliamo di iniziare gradualmente e ti auguriamo un buon allenamento, ricco di risultati!

 

 

1+