Tutto quello che devi sapere sull’allenamento accompagnato dalla musica


Una delle domande che ci si potrebbe porre riguarda come correre, ovvero con o senza musica: vediamo ora quali sono i pro e i contro di questo genere di aggiunta, cercando di capire se effettivamente si tratta di un elemento che deve essere sfruttato oppure no.

I vantaggi di correre con la musica

Parliamo prima dei diversi vantaggi che si ottengono se si decide di correre con la musica, che permette di avere un risultato migliore e che potrebbe essere un valore aggiunto, in grado di tramutare le sessioni di allenamento in un vero e proprio momento di relax.

Un’attività sportiva maggiormente rilassante

Un primo vantaggio che riguarda l’ascolto della musica mentre si pratica questo genere di attività fisica è rappresentato dal fatto che, con la musica, la corsa sarà meno stressante del previsto.

Spesso, infatti, potrebbe capitare che la stanchezza che si prova mentre si corre tende ad essere maggiore, proprio perché il cervello è troppo focalizzato sul tipo di azione che si sta compiendo.

Se si aggiunge la musica alla sessione di allenamento, si riesce a distrarre il cervello, cosa che comporta una minore sensazione di fatica nel corpo.

Di conseguenza ascoltare la musica rappresenta la scelta migliore se vuoi fare in modo che l’attività fisica risulti più “leggera”.

L’adrenalina e la musica

Un altro vantaggio del praticare attività fisica ascoltando la musica è il fatto che, se il brano è abbastanza adrenalinico, si può percepire un deciso incremento delle energie, che verranno impegnate nello svolgimento dell’attività fisica.

Immagina solo di ascoltare una canzone caratterizzata da un bel ritmo incalzante: la voglia di correre sarà superiore proprio grazie a questo genere di sensazione, dato che la musica tende a rendere il corpo maggiormente stimolato.

Ovviamente questo dipende dal tipo di canzone che si ascolta: un brano lento potrebbe avere un effetto negativo e creare delle ripercussioni non ottimali, visto che potrebbe rallentare parecchio il ritmo.

Si devono quindi scegliere quei brani adatti all’allenamento e in grado si potenziare l’energia e il coinvolgimento nell’attività fisica, ed evitare i momenti morti che potrebbero avere l’effetto di rallentare il ritmo.

Musica e tempistiche dell’allenamento

Grazie alla musica si può avere il giusto ritmo nel movimento, cosa che certamente migliora la sessione di corsa. Ma cosa significa?

Semplicemente che si può scegliere la durata dell’allenamento, selezionando le tracce e optando per una playlist che termini insieme alla sessione.

Questi sono solo alcuni dei pregi che ci sono nello svolgimento di questo genere di attività sportiva utilizzando la musica come elemento aggiuntivo, in grado di garantire un risultato finale ottimo.

I contro di correre con la musica

Vediamo quali sono anche gli aspetti negativi che riguardano la corsa con la musica.

L’isolamento dal mondo esterno

Come primo difetto c’è quello relativo all’eccessivo isolamento dal mondo esterno.

Quando si ascolta musica, a seconda del tipo di cuffie si utilizzi, non si sente un granché. Questo rappresenta un aspetto negativo dato che, a seconda del percorso che si affronta, ci si potrebbe non accorgere di eventuali pericoli: si pensi alla corsa in un percorso cittadino in prossimità di incroci e traffico, dove le auto sono numerose e talvolta sfrecciano a tutta velocità.

Molto spesso si viene a conoscenza di incidenti causati dalla distrazione di chi decide di allenarsi nella corsa affrontando percorsi cittadini: la distrazione causata dalla musica potrebbe avere delle ripercussioni negative e si potrebbe essere esposti a diversi pericoli.

Evita la musica nel momento in cui devi percorrere queste particolari strade, affinché la tua sessione di allenamento possa svolgersi in totale sicurezza, e prediligi sempre zone poco trafficate se non vuoi rinunciare al piacere di ascoltare la musica mentre ti alleni.

Musica e piccoli danni alle orecchie

Spesso ci si dimentica che le orecchie possono essere molto sensibili e pertanto un ascolto prolungato della musica potrebbe comportare delle complicazioni.

La situazione diviene maggiormente complessa se si ascolta la musica a tutto volume per diverse ore: le orecchie potrebbero subire danni che, col passare del tempo, possono diventare sempre più complessi, dettaglio che non si deve assolutamente sottovalutare.

Di conseguenza tieni a mente anche questa particolare eventualità, per evitare che possano nascere potenziali situazioni negative che rendono il tuo allenamento meno piacevole del previsto.

Respirazione e dipendenza dalla musica

Infine si prenda in considerazione il fatto che, ascoltando la musica, la respirazione potrebbe essere leggermente alterata visto che, la stessa, potrebbe comportare un cambio di velocità dettato dal ritmo.

Questo potrebbe, quindi, comportare la spiacevole conseguenza di avere il fiato corto dopo pochi minuti.

C’è anche il rischio di divenire dipendente dalla musica, ovvero non riuscire ad allenarsi quando non si ascoltano le tracce di proprio gradimento, ulteriore situazione che deve essere sempre evitata.

Pertanto questi due ulteriori aspetti negativi devono essere necessariamente analizzati con cura affinché ci si possa allenare senza complicanze.

Ecco tutto quello che devi sapere per quanto riguarda l’ascolto della musica mentre ti alleni.

0