Per prevenzione e cura degli infortuni nello sport si può fare ricorso ai trattamenti dell’osteopata.


Sport e infortuni: prevenirli e curarli.

Lo sport è un’attività fisica praticata dalla gran parte della popolazione, dai più piccoli a chi è già avanti con l’età. Molti sono gli aspetti positivi che comporta praticare attività sportive, sia in ambito della salute, sia in quello sociale.

In ogni tipologia di sport praticato, ognuno di noi punta a ricercare lo stato di forma ottimale, sia durante l’allenamento, sia per stato di benessere generale nella vita quotidiana.

Molto spesso tra gli amatori, ma soprattutto tra i gli atleti che competono ad esempio nelle gare podistiche, ci si imbatte in numerosi infortuni. O ancora, la ripetizione di gesti atletici effettuati nelle varie discipline porta a creare un’usura del sistema muscolo-scheletrico, che a lungo andare può portare ad uno stato di dolore cronico che ci può impedire di allenarci a pieno regime.

Molte sono le tendinopatie, gli strappi muscolari, le lesioni del sistema osteo-cartilagineo, i “blocchi” antalgici, subiti dagli sportivi. La causa di questi “acciacchi” può risiedere in diversi fattori, alcuni dei quali possono portare anche a predisposizione all’infortunio stesso.

Ogni individuo ha una determinata postura o attitudine posturale, frutto dell’organizzazione di un sistema miofasciale portante.

A volte questo sistema incontra degli impedimenti, dati da tutto ciò che è rigido e poco mobile in questo sistema fasciale: ossa, muscoli, capsule, legamenti, membrane, persino i visceri. Ogni tensione porta all’alterazione di un equilibrio posturale che ci permette di eseguire i movimenti nel maggior stato di confort, economia ed efficienza.

Un ottimo metodo di indagine e trattamento per riconoscere e curare queste disfunzioni è l’osteopatia. 

Chi è l’osteopata?

L’osteopata è un terapista manuale, un professionista rientrante in quelle discipline integrate alla medicina ufficiale. Grazie all’uso sapiente ed accurato della mano, riconosce le tensioni dei vari tessuti corporei, identificate come disfunzioni di mobilità, e le tratta attraverso tecniche manipolative mirate al recupero della stessa mobilità.

In questo modo un tessuto ammorbidito dalla manipolazione riprende la sua funzione ottimale e ripristina quel disequilibrio in precedenza generato.

La seduta osteopatica comprende un’anamnesi, volta a raccogliere informazioni utili alla visita; una serie di test, a riconoscere lì dove una determinata zona presenta una mobilità ridotta. Una volta fatta la sintesi del problema viene trattato attraverso varie tecniche: strutturali, viscerali, cranio-sacrali e mio-fasciali.

È da precisare che le tecniche non sono pericolose, né tantomeno invasive, e non sempre bisogna sentire i vari “crack” che molti si aspettano. L’arma in più dell’osteopatia sta proprio nel diverso bagaglio di tecniche, che ha come obiettivo primario il ripristino della salute.  

In cosa può essere utile l’osteopatia nello sport?

Come detto in precedenza, molti sportivi tendono a sovraccaricare il sistema muscolo-scheletrico. Altri vanno incontro ad una serie di affaticamenti o impedimenti in fase di allenamento, questo può far pensare alla presenza di squilibri che non rendono il sistema efficiente.

Altri ancora non riescono ad effettuare determinate attività, avendo di base alcuni problemi fisici, e molto spesso rinunciano in partenza a praticare attività fisica.

Affidarsi all’osteopata è anche un modo per assumere la consapevolezza delle proprie possibilità, perché spesso non siamo in grado da soli di capire fino a che punto ci si può spingere.

Per questo motivo alcuni tendono ad interrompere le proprie attività, a volte per paura, a volte per impossibilità a proseguire a causa del dolore. Soprattutto tra i dilettanti o gli amatori, ci si limita, o al contrario, si esagera con l’attività, in relazione al proprio fisico, e ci si fa male.

Quindi prendere contatto con il proprio corpo è importante, soprattutto per ridare quella libertà al movimento, che tante volte manca.

In ambito professionistico, ci si può far seguire da un osteopata durante le diverse fasi della stagione: durante la preparazione atletica, durante tutto l’arco di un campionato o in previsione di una gara o competizione.

Questo garantisce allo sportivo una minor frequenza di infortuni o recidive degli stessi, ma anche un incremento delle performance fisiche, e questo la dice lunga su quanto possa dare questa disciplina al mondo dello sport.

0