Migliori proteine in commercio


Cosa sono le proteine in polvere? Le proteine sono catene di aminoacidi con strutture proteiche e sono la base fondamentale per il nostro organismo: regolano le funzioni del nostro corpo e sono presenti nei muscoli, nelle ossa, nel tessuto connettivo e nell’elastina della pelle. L’insieme delle proteine, dei grassi (lipidi) e dei carboidrati, sono i macronutrienti della nostra alimentazione; che possiamo definire, dei veri integratori per la nostra salute, detti infatti valore biologico. Questi elementi aiutano il nostro corpo a disporre del “carburante” necessario per adempiere a tutte le sue funzioni: svolgono una funzione energetica.

Proteine in polvere: fanno male?

Diamo una risposta precisa. No! Le proteine in polvere, essendo naturali, non hanno nessun pericolo per la nostra salute, se usate in giuste dosi. La scienza ha fatto passi da gigante, ed ogni pericolo è stato ampiamente smentito anzi, sono davvero importanti, per facilitare la corretta funzionalità dei muscoli. Il mercato ci fornisce diversi tipi di proteine in polvere e un comparatore è la cosa migliore, per avere chiaro cosa stiamo acquistando.

Come accennato, c’è da dire che quando si parla di proteine solubili, ci si riferisce ad una categoria molto ampia e articolata. Le più famose sono quelle che derivano dal siero del latte, ed insieme a queste anche le caseine prodotte in tre forme, che le rende più o meno veloci nell’essere assimilate:

  1. Concentrate
  2. Isolate
  3. Idrolizzate

La differenza principale tra le tre diverse lavorazioni è dovuta: dal loro contenuto, dalla percentuale di lattosio e infine nella percentuale proteica. Le concentrate hanno più lattosio, quelle isolate ne hanno meno, e le idrolizzate invece ne sono quasi del tutto prive. Sintetizzando, chi ha problemi con lo zucchero, deve tenere conto di questa specifica o almeno deve avere più accortezze nello scegliere, ecco perché un comparatore può risultare uno strumento indispensabile.

All’estremo opposto c’è la caseina, proteina molto pesante e densa, che richiede parecchie ore per essere assimilata a rilascio lento. Usata spesso prima di andare a dormire. In ultimo l’albume di uovo, forse la più vecchia forma di integratore proteico, ha un tempo di assimilazione intermedio e può essere preso durante la giornata al momento del bisogno, perché gli alimenti non forniscono tante proteine.
Infine la moda del momento: le proteine vegetali come la soia, i piselli e il riso, utilizzate dagli sportivi vegani ma che non danno vantaggi particolari.

Proteine in polvere: quali scegliere?

Essendo un argomento vasto, la scelta dovrà ricadere sempre sulle proteine migliori, specifiche per le vostre esigenze. Aiutandovi con elementi a vostra disposizione: etichetta, materia prima, ingredienti, prezzo sul mercato o siti/comparatori creati per questo. Indispensabile sapere perché si vogliano usare, facendo un esempio: per aumentare la massa muscolare o perdere peso o semplicemente per il benessere fisico in generale. Ogni proteina serve ad uno scopo specifico.

  • La proteina del latte: si sceglie per perdere peso, facendo regolarmente attività fisica e una corretta alimentazione.
  • Le proteine della soia o della canapa: se si vuole aiutare il proprio organismo a stare meglio, utilizzate dai vegani, dai vegetariani e dalle persone allergiche alle proteine del latte vaccino, ma gli studi hanno dimostrato risultati non molto promettenti.
  • Le proteine di riso integrale, se si hanno problemi gastrointestinali essendo senza glutine.

L’importante che tutte le proteine in polvere abbiano il marchio PDCAAS, termine che valuta il punteggio della digeribilità e del corretto aminoacido limitante. Valutando la biodisponibilità e la presenza di aminoacidi essenziali basato sul fabbisogno umano e sulla capacità di digerire le proteine mangiate. Il punteggio più alto è 1 considerato completo e perfetto per l’uomo (dopo la sua digestione fornisce, per unità, il 100% o più degli aminoacidi essenziali richiesti), il minimo è 0.

In linea di principio si consiglia di soddisfare il fabbisogno di proteine con fonti naturali. Tuttavia questo non è sempre fattibile. Le proteine in polvere possono essere assunte in modo semplice sotto forma, per esempio, di un frullato direttamente dopo l’allenamento o come snack proteico. Un frullato proteico fornisce al nostro corpo 20 grammi di proteine di qualità e di energia pura. Proteine solubili=energia istantanea.

Consigliamo inoltre di farsi guidare dai professionisti del settore per la scelta del giusto prodotto e delle corrette quantità.

3+