Quanto è importante la gestione della respirazione nella frazione di nuoto in una competizione di triathlon? Scopri leggendo il nostro articolo.


Triathlon: la respirazione nella frazione di nuoto.

Saper gestire la propria respirazione durante una competizione di nuoto, in particolare durante il triathlon in cui si richiede uno sforzo maggiore è molto importante.

Anche nelle gare podistiche è fondamentale saper respirare al meglio. Questo perché, in qualsiasi disciplina in cui si devono percorrere lunghe distante, è importante respirare bene e non sprecare fiato. Se si respira male si rischia di affaticarsi troppo e più velocemente.

Ma torniamo alla respirazione nella frazione di nuoto durante una competizione di triathlon.

Qual è la corretta respirazione durante la frazione di nuoto nel triathlon?

La corretta respirazione da adottare nel triathlon è quella bilaterale. In particolar modo è consigliato respirare ogni tre bracciate su entrambi i lati. 

Respirazione bilaterale ogni tre bracciate triathlon

Così facendo conferirai al tuo corpo un miglior bilanciamento e una migliore propulsione di nuotata. Permettendo un migliore bilanciamento si avrà anche una minor rotazione delle spalle e una maggiore forza propulsiva.

Per arrivare a saper fare ciò dovrai allenarti con costanza e dedizione. Non arrenderti e non disperare se i risultati non sono immediati! Ma una volta che li raggiungerai riuscirai a risparmiare tanta fatica e fiato. Cosa aspetti a provarci?

Ovviamente il nostro si tratta di un semplice consiglio che ci teniamo a precisare che non deve essere per forza di cosa “giusto” per tutti ed essere considerato come universale.

Potrebbe essere che tu ti trovi in difficoltà con la respirazione ogni tre bracciate, ad esempio. Per questo ti abbiamo consigliato di provare, provare e..provare! Solo allenandoti ed esercitandoti capirai e scoprirai qual è il giusto ritmo di respirazione più adatto a te!

Infatti c’è chi dice che sia meglio respirare ogni due bracciate e non tre! Questo perché lo scambio respiratorio serve a soddisfare il fabbisogno di ciascuno di noi di ossigeno e per cui non è universale o fine a se stesso. Perché il fabbisogno di ossigeno varia a seconda di come nuoti e dei vari parametri di nuotata.

Magari per te è più adatta la respirazione ogni tre bracciate e per un altro quella ogni due. Non lasciarti influenzare da ciò che fanno i nuotatori agonistici. Questi infatti, in realtà, nuotano respirando su un solo lato e ogni due bracciate. Tuttavia, si tratta di una respirazione più complessa da gestire, per cui, il nostro consiglio è quello di partire con tre bracciate e una respirazione laterale.

Dopo di che, se vorrai, potrai procedere con la tecnica di respirazione adottata dai campioni!

Gli errori più comuni nella respirazione nella frazione di nuoto per triathlon.

L’errore più comune che si possa fare durante la frazione di nuoto è quello di  trattenere la respirazione sott’acqua, perché così facendo si genera un accumulo di anidride carbonica nei polmoni che comporta ad un maggiore affaticamento e ad avere il “fiatone”.

Per evitare che ciò accada potresti cercare di mantenere l’espirazione in maniera più costante possibile, fatta eccezione del momento in cui si sta inalando.

Altro errore è quello di respirare poco: ciò accade quando si solleva eccessivamente la testa, irrigidendo il collo.

Conclusioni.

Nelle gare di lunga durante in cui si percorrono distanze parecchio lunghe, come nella frazione del triathlon è fondamentale adottare la giusta respirazione.

Questo perché, se eseguita correttamente, la respirazione ti permette di ottenere un risultato finale positivo e di svolgere, in generale, una buona prestazione natatoria. Ma il motivo più importante per cui è bene saper controllare la propria respirazione mentre si nuota è perché, come ti abbiamo più volte ripetuto nell’articolo, si risparmia energia, fiato e ci si affatica meno e più lentamente.

Ricordati di non commettere gli errori più comuni di respirare poco e di trattenere il respiro sott’acqua; scegli una respirazione bilaterale e ogni tre bracciate.

Cosa aspetti a mettere in pratica i nostri consigli? Inizia subito e buon allenamento!

 

 

0